COMUNE DI ORERO (GE)

LA CARTA D'IDENTITA'
(dopo il decreto semplificazione Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5 entrato in vigore il 10/2/2012)

 

 

La carta d’identità è un documento di riconoscimento. 
Per i minori il “lasciapassare” non esiste più, il documento che identifica il minorenne è la carta d’identità.

 

                            
Per rilascio e informazioni
Ufficio anagrafe: presso Sede Comunale Via Isolona 11 - 16040 - Orero GE   
Funzionario Incaricato: Istr.re Amm.vo Michela Arata. 
N. telefonico  0185-354988 int. 2. - fax 0185-354993 
E-mail: servizi.demografici@comune.orero.ge.it

 

 

Scadenza
Tutte le carte rilasciate o rinnovate dopo il 10 febbraio 2012  valgono 10 anni più i giorni che mancano per arrivare alla data di nascita del titolare.
Esempio: il mio compleanno è il 03 maggio, mi rilasciano la carta d’identità il 23 febbraio 2012, la carta non scade il 23 febbraio 2022 ma è valida fino al 03 maggio 2022.

Le carte d’identità emesse prima del decreto semplificazione del 10 febbraio 2012, (art. 7) invece, sono valide:

- 5 anni esatti, se sono state emesse prima del decreto del 25 giugno 2008, che ha esteso la validità delle carte d’identità (Esempio: una carta d’identità emessa il 2 settembre 2007 scade 2 settembre 2012)

- 10 anni esatti, se sono state emesse dopo il decreto del 25 giugno 2008 (Esempio: un documento d’identità emesso il 10 ottobre 2008 scade il 10 ottobre 2018).

 


Validità/non validità per l’estero

La carta d’identità permette di andare all’estero nei paesi dell’Unione Europea e in quelli che hanno stipulato con l’Italia appositi accordi. Sul sito della Polizia di Stato. si trova l'elenco indicativo dei documenti ritenuti validi per l'attraversamento delle frontiere. 
Attenzione: si consiglia, prima di fare un viaggio all'estero, di informarsi sempre presso la Questura o di consultare i siti Viaggiare sicuri del Ministero Affari Esteri, Polizia di Stato e Consolati esteri in Italia, per accertarsi se la validità del documento per l'espatrio nel paese in questione non sia temporaneamente sospesa o se non sia aggiunto un altro paese nell'elenco. Inoltre, considerati i disagi provocati dal mancato riconoscimento della proroga da parte di numerosi paesi esteri si consiglia, a chi deve recarsi all'estero, di chiedere una nuova carta di identità cartacea (circolare del Ministero Interno n. 23 del 28/07/2010).

 

 

Per chi non ha compiuto i 14 anni vedere alla sezione Per i minori.
Non possono ottenere la carta di identità valida per l'espatrio:
i minori per i quali non esiste l'assenso dei genitori o del tutore
i cittadini con situazioni di impedimento all'espatrio
i cittadini comunitari e appartenenti a Stato terzo.

 

 

Per gli stranieri

I cittadini stranieri, regolarmente iscritti all’anagrafe, possono avere soltanto la carta d’identità non valida per l’espatrio perché, per recarsi all’estero, devono usare i documenti rilasciati dai rispettivi Stati d’origine.
Per i cittadini italiani residenti all'estero

Gli iscritti all'anagrafe degli italiani residenti all'estero (Aire) possono richiedere la carta di identità all'ufficio anagrafico comunale, con le stesse modalità previste per i cittadini residenti, oppure presso le sedi consolari.

 

 

Per i minori

I minorenni possono avere la carta di identità valida per l’espatrio solo con il consenso di entrambi i genitori o di chi esercita la potestà genitoriale. 
I genitori (con il proprio documento di riconoscimento) e il minore devono andare agli sportelli dell’ufficio Anagrafe portando con sé 3 fotografie formato tessera del bambino. 
Attenzione! Un genitore deve obbligatoriamente accompagnare il minore. Non è possibile delegare nonni, fratelli o altri parenti.
La carta d’identità rilasciata ai minori di 3 anni vale 3 anni.
La carta d’identità rilasciata ai minori tra i 3 e i 18 anni vale 5 anni.

 

ATTENZIONE: il decreto legge 1/2012 prevede che i minori di 14 anni possano espatriare purchè viaggino:
> con uno dei genitori o chi ne fa le veci: in questo caso la carta di identità del minore può riportare, su richiesta, l'indicazione del nome dei genitori o di chi ne fa le veci;
> senza la presenza di uno dei genitori o di chi ne fa le veci: in questo caso la carta di identità del minore deve essere accompagnata da una dichiarazione (disponibile presso la Questura http://questure.poliziadistato.it/Genova/articolo-6-198-309-1.htm )  che riporti il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto cui il minore è affidato, rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione e convalidata dalla Questura o dalle autorità consolari in caso di rilascio all'estero. (orari e uffici dei commissariati sulla pagina web http://questure.poliziadistato.it/Genova/orari-5-198-2-1.htm)

La carta d’identità viene rilasciata anche ai cittadini minorenni stranieri che hanno passaporto e permesso di soggiorno.

 

 

Modalità di rilascio

La carta di identità viene rilasciata dall’ufficio Anagrafe al massimo entro due giorni lavorativi, mentre per i non residenti la consegna è differita in quanto è necessario acquisire il nulla-osta del comune di residenza. Lo stato civile viene inserito soltanto a richiesta del cittadino. E’ necessario portare 3 fotografie formato tessera frontali, uguali, recenti, uguali tra di loro, che riproducono il soggetto a mezzo busto, non di profilo e con gli occhi ben visibili e senza copricapo (ammesso solo per i cittadini che professano culti religiosi che ne obbligano l'uso).
• Se non è mai stata richiesta la carta d’identità e non si ha nessun altro documento idoneo per l’identificazione (es. passaporto) è necessaria la presenza di due testimoni maggiorenni residenti a Orero e con un documento di identità valido. 
• I cittadini che appartengono a Paesi esterni alla comunità europea devono presentare il passaporto e il permesso di soggiorno valido. Quando il permesso di soggiorno non è più rinnovato dalla Polizia di Stato, la carta d’identità va riconsegnata allo sportello Anagrafe.
• Per il rinnovo è possibile chiedere una nuova carta d'identità: (portando le 3 foto di cui sopra)
 a partire da 180 giorni prima della scadenza
in caso di deterioramento: deve essere restituito il documento deteriorato, altrimenti deve essere presentata denuncia di smarrimento all'autorità di Pubblica sicurezza;
in caso di furto o smarrimento: è necessario presentare, oltre alle fotografie, la denuncia inoltrata all'autorità di Pubblica sicurezza (Questura o Carabinieri) e un valido documento di riconoscimento; in mancanza di quest'ultimo è necessaria la presenza di 2 testimoni maggiorenni che dichiarino di conoscere personalmente l'interessato e che non siano parenti o affini dello stesso; i testimoni non sono necessari quando la carta smarrita, rubata o deteriorata sia stata rilasciata dal Comune di Orero negli ultimi 5 anni.

Per le “vecchie carte”, che hanno validità 5 anni, con scadenza successiva al 25 giugno 2008, è possibile mettere un timbro di proroga di ulteriori 5 anni (senza necessità di foto). Le carte devono comunque essere in buono stato; quelle usurate o rotte non potranno essere prorogate e dovranno essere rinnovate.

 

 

 

Quanto costa

5,42 € da pagare allo sportello.
La proroga della carta d'identità è gratuita.

 

 

Come devono essere le fotografie

Vai sul sito della Polizia di stato per vedere come devono essere fatte le foto tessera.

 


Normativa di riferimento
Decreto legge n. 5 del 9 febbraio 2012 "Disposizioni in materia di scadenza dei documenti d'identità e di riconoscimento".
Decreto legge n. 1 del 20 gennaio 2012 "Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività".
Legge n. 106 del 12 luglio 2011 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 13 maggio 2011, n. 70 Prime disposizioni urgenti per l'economia".
Legge n. 133 del 6 agosto 2008 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria".
Legge n. 3 del 16 gennaio 2003, art. 3 "Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione". 
D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 "Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa".
D.P.R. n. 649 del 6 agosto 1974 "Disciplina dell'uso della carta d'identità e di altri documenti equipollenti al passaporto ai fini dell'espatrio".
Legge n. 1185 del 21 novembre 1967 "Norme sui passaporti".
R.d. del 18 giugno 1931 n. 773, approvazione del Tulps.